fbpx

Il nostro sito Web utilizza i cookie per migliorare e personalizzare la tua esperienza e per visualizzare annunci pubblicitari (se presenti). Il nostro sito Web può anche includere cookie di terze parti come Google Adsense, Google Analytics, Youtube. Utilizzando il sito Web, acconsenti all'uso dei cookie. Abbiamo aggiornato la nostra Informativa sulla privacy. Fare clic sul pulsante per controllare la nostra politica sulla privacy.

Mission aziendale e Valori ai tempi del covid-19: si cambia musica

Mission aziendale e Valori ai tempi del covid-19: si cambia musica

Mission aziendale e Valori delle aziende cambieranno 

La gestione dell’emergenza Covid-19 darà sicuramente tempo a tutti gli imprenditori  (visionari, illuminati, pionieri o meno) di riflettere sulle strategie a lungo termine, oltre a gestire ed approfondire operativamente tutti gli strumenti di breve per consentire alla propria azienda di continuare a restare un player nel proprio mercato di riferimento.

O almeno così mi auguro iniziando un vero processo top-down che possa definire i Valori partendo dalla Vision e dalla Mission aziendale, superando l’attuale processo bottom-up con cui vengono in realtà elaborati i medesimi.                                                                      Suvvia… chi non ha nei propri valori aziendali dei concetti avanguardisti  tipo “la qualità produttiva”, ”la disponibilità a soddisfare i propri clienti”, ”l’innovazione” e”il miglioramento continuo” ?

Questi ormai sono fattori basilari, è scontato che ci siano, non possono essere più i veri Valori aziendali coi quali si persegue la Mission.

E’ venuto il tempo di essere meno timidi e OSARE un po’ di più, di cambiare musica

Sempre senza dimenticare che i Valori vanno poi portati avanti giornalmente per non perdere la credibilità verso i propri stakeholder. Qualunque sia la vostra Mission, questa deve ormai chiaramente essere sempre più affiancata dalla Company Social Responsibility (CSR), che va intesa in duplice direzione:  verso il proprio TERRITORIO e verso i propri DIPENDENTI, che poi altro non sono se non parte fondamentale del Territorio.

La Responsabilità verso il proprio Territorio si badi bene non intesa solo con riguardo ad aspetti come Ecologia, Sostenibilità, etc… ma anche come Promozione del  Territorio, al fine di migliorarlo, farlo crescere per qualità della vita, potenziale di sviluppo, richiamo come bacino d’utenza di possibili futuri impiegati da assumere.Alcune aziende hanno già creato reti di impresa di formazione gratuita per assicurarsi un potenziale futuro di giovani già parzialmente formati  al quale accedere per eventuali assunzioni nel momento in cui dovesse essercene l’esigenza. Altre supportano i Comuni  nello svolgimento di attività o nella creazione di infrastrutture che favoriranno più o meno direttamente anche l’azienda stessa.

La Responsabilità verso i Dipendenti, beh, ho appreso con gioia l’iniziativa di una importante e nota azienda locale, che ha sottoscritto una polizza assicurativa a copertura dei rischi da contagio da Coronavirus.C’è chi ha capito che le aziende sono delle vere e proprie famiglie e non la fanno rimanere solo una frase! Le Aziende devono sentirsi molto più responsabili verso i propri collaboratori, ma ancora prima verso se stesse: quando si assume un nuovo dipendente, visto che gli si pagano stipendio,  ferie, eventuali malattie, contributi pensionistici, etc…beh…sceglieteli bene ma poi CREDETECI.

Se credete di avere le risorse giuste, bene, siete a buon punto e allora MOTIVATELE, fatele divertire, non fate in modo che guardino l’orologio di continuo aspettando con gioia di spegnere il pc, fate si che si fidino dell’azienda come di un familiare, siate flessibili, andate finalmente oltre quel cartellino da timbrare 4 volte al giorno per verificare che abbiano lavorato 8 ore, finitela di imporre straordinari non pagati o sabato mattina al lavoro (a fare poi solo presenza).

Non è più bravo chi sta più tempo in ufficio, è più bravo chi raggiunge prima gli obiettivi assegnati.

E ricordatevi che come si condividono i tempi bui, chiedendo sacrifici, allo stesso modo si devono condividere anche i tempi di successo aziendale. Credetemi, la gente motivata, che si riconosce nei valori aziendali, avrà sulla fronte marchiato il nome dell’azienda, farà il tifo fino alla morte per l’azienda e non passerà mai alla squadra avversaria, fategli capire che state combattendo assieme per una idea vincente e perché siete i MIGLIORI. La vostra azienda sia una sfida e una famiglia allo stesso tempo, e non solo sulla carta.

 

Io porto ancora sulla fronte la scritta Indesit ma, certo, questa è un’altra storia. E’ la storia di un uomo, il Dott.Vittorio Merloni, un Presidente, un illuminato, un comandante che riusciva a farti alzare la mattina con la voglia di andare in ufficio perché avevi da lottare e dimostrare che non eravamo da meno rispetto ai grandi marchi  e sempre con la responsabilità chiara che dalle nostre decisioni dipendevano anche operai, fornitori, e forse un’ intera cittadina.

Un Presidente che poi anche a te, che non contavi nulla, non dimenticava mai di far sentire il suo personale riconoscimento.

Luca Altobelli, Business Development Consultant HIDRA SB

 

Stay tuned! Resto aggiornato seguendoci in Rubrica www.hidrasocietabenefit.it e sui social @hidrasb