fbpx

Il nostro sito Web utilizza i cookie per migliorare e personalizzare la tua esperienza e per visualizzare annunci pubblicitari (se presenti). Il nostro sito Web può anche includere cookie di terze parti come Google Adsense, Google Analytics, Youtube. Utilizzando il sito Web, acconsenti all'uso dei cookie. Abbiamo aggiornato la nostra Informativa sulla privacy. Fare clic sul pulsante per controllare la nostra politica sulla privacy.

SOSTENIBILITÀ NELLE PMI: CONFINDUSTRIA FORNISCE L’ASSIST

SOSTENIBILITÀ NELLE PMI: CONFINDUSTRIA FORNISCE L’ASSIST

La sostenibilità in azienda: fattore sempre più strategico

L’intensa discussione sui temi della sostenibilità dopo una forzata pausa dovuta alla pandemia da Covid19, ha ripreso prepotentemente la scena. Soprattutto nel mondo della finanza, nel quale le banche cominciano a guardare alle imprese in modo diverso, investendo in quelle realtà che tengono conto anche di obiettivi ambientali, sociali e di governante (ESG), oltre a quelli tipici finanziari. Il più grande fondo di investimento globale Blackrock ha recentemente bocciato in assemblea le aziende che stanno compiendo insufficienti progressi per ridurre il rischio climatico. Il gruppo infatti ha annunciato ancora all’inizio del 2020 che la sostenibilità sarebbe entrata come nuovo standard di misurazione per la scelta di investimenti.

La strategia 3P e le PMI

Il piano industriale di ogni singola azienda dovrà quindi includere nella propria strategia di creazione di valore anche indicatori propri di sostenibilità che le consentano di garantire una maggior continuità aziendale. Gli stessi istituti di credito sono tenuti a redigere i bilanci di sostenibilità (Dichiarazione non Finanziaria Dlgs 254/2016) utilizzando indicatori di performance economici, sociali e ambientali. Pertanto la naturale conseguenza sarà valutare la remunerabilità delle imprese attraverso questi indicatori che, monitorati, ridurranno l’impatto negativo dell’impresa. Occorre quindi una nuova visione e una nuova strategia di impresa, in grado di mitigare il rischio aggiungendo qualche fattore di certezza in più. Il successo delle PMI si fonda molto spesso sulla gestione famigliare e sulla creazione di forti rapporti interpersonali in azienda, con un’attenzione estrema alle persone e a tutti gli stakeholder che le circondano, a stretto contatto con il territorio in cui hanno fondato le loro radici. Questi elementi rappresentano una solida base per intraprendere strategie di sostenibilità, molto spesso ancora inconsapevoli e legate alla redditività economico finanziaria. Ciò è dimostrato dal fatto che tra il 2015 e il 2019 una PMI su tre ha intrapreso investimenti green.

La griglia degli indicatori semplificati di Confindustria

Confindustria è la prima associazione di categoria a proporre le proprie linee guida per la rendicontazione non economico finanziaria presentata a Bruxelles. Anche per Confindustria infatti il tema della Corporate Social Responsibility si eleva a fattore di politica industriale, in quanto leva di competitività per le imprese. Come nel caso del bilancio civilistico, anche per la rendicontazione non finanziaria si propongono una serie di indici e principi che permettono la redazione di tale prospetto in modo chiaro e comparabile.

 

pilastri linee guida
Presentazione Dott.ssa Rossana Revello e Prof. Andrea Venturelli, Gruppo Tecnico Linee Guida Confindustria

Confindustria stila in particolare 58 indicatori raggruppati su 3 aree destinati alle PMI:

  • Business&Governance

  • Sociale

  • Ambientale

Scarica la sintesi dei 58 punti al link LINEE GUIDA

Queste linee guida sono basate sui GRI Standards, lo standard di rendicontazione della sostenibilità più diffuso a livello internazionale per la rendicontazione sociale, economica e ambientale. La strada è avviata verso un’obbligatorietà diretta o indiretta, per rimanere o entrare in nuove catene di fornitura, dalle multinazionali alla pubblica amministrazione.

Confindustria ha fornito l’assist, ora tocca alle imprese mettere in rete il pallone e passare in vantaggio, prima di trovarsi a rincorrere il pareggio.